Chi siamo

English version

Il Gruppo del Cerchio nasce nel 1998. Produce gli spettacoli teatrali Rubato in Silenzio (1998), The Kama Suite (2002), La Stanza Sacra del Desiderio (2003), L’Idea di un Amore – Guido Gozzano e Amalia Guglielminetti verso la cuna del mondo (2005), Lettere da Alessandria (2005), e il cine-teatro Lluvia Fina. Il volto universale del Mediterraneo (2005). Nel 2003, con il contributo della Regione Piemonte, il Gruppo collabora alla pubblicazione del volume d’arte La Luce ha Mani e Piedi di Carola e Pier Ilario Benedetto, Ed. Artistica Piemontese.

Nel 2006-2007 il Gruppo del Cerchio cura l’allestimento della rassegna di arte figurativa White Bubbles – Impressioni per lastra e tela presso la Chiesa dei Batù di Pecetto Torinese, riaprendo lo spazio al pubblico piemontese. Nello stesso anno cura le animazioni per la Fondazione Merz.

Dal 2007 produce e dirige Per Sentieri e Remiganti – il Festival dei viaggiatori extra-ordinari che ha avuto come ospiti, fra gli altri, Alejandro Jodorowsky, Franco Battiato, Giovanni Lindo Ferretti, Manlio Sgalambro, il premio Nobel per la Chimica Kary Mullis, il cosmologo Alexander Vilenkin, il premio Oscar Jean-Claude Carriere, la scrittrice iraniana Nahal Tajadod, il reporter Diego Bunuel e lo scrittore afghano Atiq Rahimi.

Nel 2007 produce anche la mostra fotografica Nativita’ nei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia di Pier Ilario Benedetto di cui il Centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali europei realizza l’omonimo catalogo. La mostra è inaugurata con il concerto di arie sacre e profane sulla Nativita’ Anhelo tibi.

Nel 2009 il Gruppo del Cerchio è fra i tre vincitori del Play Arezzo Art Festival 2009 per la sezione Teatro, con lo spettacolo L’idea di un amore.

Nel 2010 presenta, in collaborazione con il Museo di Arte Orientale di Torino, lo spettacolo Storie di Avatar e altri Dei il cui testo diventa libro per Laksmi Edizioni e viene presentato al Salone del Libro di Torino 2011.

Nell’ambito dei progetti legati ai 150 anni dell’Unita’ d’Italia, il Gruppo del Cerchio realizza una trilogia dal titolo INTERVISTE IMPOSSIBILI dedicata a Camillo Benso Conte di Cavour, Vittorio Emanuele II e Costantino Nigra.

Nel 2012 ha prodotto e realizzato Il mio corpo è la terra, il primo documentario dedicato a Pierre Rabhi.

WHO WE ARE

Gruppo del Cerchio was founded in 1998. It produced the following theatre shows: Rubato in Silenzio (1998 – Stolen in silence), The Kama Suite (2002), La Stanza Sacra del Desiderio (2003 –The sacred room of desire), L’Idea di un Amore – Guido Gozzano e Amalia Guglielminetti verso la cuna del mondo (2005 – The Idea of a love – G.G. and A.G. towards the top of the world), Lettere da Alessandria (2005 – Letters from Alexandria), and the cine-theatre performance Lluvia Fina – Il volto universale del Mediterraneo (2005 – Soft rain – The universal face of the Mediterranean). In 2003, with the support of Regione Piemonte, Gruppo del Cerchio co-operated to the publication of the art volume La Luce ha Mani e Piedi (Light has hands and feet) by Carola and Pier Ilario Benedetto, Ed. Artistica Piemontese.

In 2006-2007 Gruppo del Cerchio produced and created the Figurative Art Exposition Festival White Bubbles – Impressioni per lastra e tela (Impressions for plate and canvas) by the Church of Batu’ in Pecetto Torinese, re-opening the space to the Piedmont’s audience. In the same year Gruppo del Cerchio performed artistic entertainments for Fondazione Merz.

Since 2007 it has produced and directed Per Sentieri e Remiganti – the Festival for extra-ordiary travelers who had among its guests Alejandro Jodorowsky, Franco Battiato, Giovanni Lindo Ferretti, Manlio Sgalambro, the Nobel Prize for Chemistry Kary Mullis, the cosmologue Alexander Vilenkin, the Oscar prize Jean-Claude Carrière, the Iranian female writer Nahal Tajadod, the reporter Diego Buñuel and the Afghan writer Atiq Rahimi.

It produced and had the curatorship of the photographic exhibition by Pier Ilario Benedetto Nativity within Sacri Monti of Piedmont and Lombardy from which the Documentation Centre of European Sacri Monti, Calvaries and Devotional Complexes made a catalogue (2007).

The exhibition was inaugurated by means of the concert of sacred and pagan songs about Nativity Anhelo tibi.

In 2009 Gruppo del Cerchio won the National Prize named Play Arezzo Art Festival 2009 for the Theatre’s section, with the show L’idea di un amore.

In 2010 it presented, in co-operation with MAO, Museum for Oriental Arts in Turin, the show Storie di Avatar e altri Dei (The Stories of Avatars and other Deities) whose text becomes a book published by Laksmi Edizioni, and presented by the International Book Fair of Turin in 2011.

On the occasion of the celebration of 150 –year-anniversary of the Italian unification, Gruppo del Cerchio realized a trilogy of shows, called Interviste Impossibili (Impossibile Interviews) dedicated to Camillo Benso Count of Cavour, the King Vittorio Emanuele II and the diplomat Costantino Nigra.

In 2012 it produced, directed and shot Il mio corpo è la terra (My body is Earth), the first documentary dedicated to Pierre Rabhi.